Fornire opzioni di personalizzazione da parte degli utenti, personalizzazione da sistema e adattamento 

Offrire agli utenti la possibilità di personalizzare parzialmente il tema (colore, contrasto, font e comportamento dei contenuti), a condizione che almeno uno di questi elementi sia completamente accessibile, è una delle possibili soluzioni per soddisfare la necessità di realizzare applicazioni dall’aspetto gradevole e fornire versioni più chiare e semplici agli utenti che preferiscono utilizzare il servizio in modo più efficiente e sicuro, in base alle loro specifiche esigenze.Anche la personalizzazione completa è un’opzione, ma le persone con disabilità potrebbero avere difficoltà a configurare la loro versione senza assistenza. Se sono disponibili opzioni di personalizzazione, è necessario fornire una procedura guidata e un supporto per la prima configurazione. L’adattamento inclusivo è un argomento difficile, poiché richiede una conoscenza approfondita di tutti i possibili contesti di utilizzo e di tutte le esigenze specifiche delle persone vulnerabili all’esclusione. Inoltre, è importante consentire agli utenti di disattivare i contenuti adattivi in caso di necessità (ad es. elevato consumo di batteria). Personalizzazione da parte dell’utente, personalizzazione da sistema e adattamento possono sembrare funzionalità configurabili solo dagli esperti digitali. In INDIMO, grazie ai nostri COP e alle comunità di co-creazione, la progettazione, la formazione e l’esperienza sono, invece, sempre incentrate sulle persone. Quando le persone acquisiscono familiarità con un’applicazione (e passano dall’essere utenti di base all’essere utenti avanzati), apprezzano la possibilità di configurarla in base alle loro esigenze.

Prevedete la possibilità di specificare le impostazioni di accessibilità. Ecco di seguito un elenco non esaustivo delle opzioni richieste derivante dalla nostra ricerca:

  • Opzioni di personalizzazione per adattare l’applicazione a una condizione specifica
  • Notifiche personalizzate su problemi di accessibilità (ad es. interruzioni, ascensori fuori servizio)
  • Comandi e indicazioni vocali (ricerca, pianificazione del percorso, navigazione).

Offrire tali opzioni e la possibilità di salvare le preferenze quando si passa a nuovi dispositivi o si reinstalla l’applicazione renderebbe il tempo dedicato al processo di personalizzazione un tempo speso bene. Alcune persone apprezzerebbero anche la possibilità di condividere le loro preferenze con colleghi o amici con esigenze simili. La disponibilità di opzioni di personalizzazione è una buona strategia per favorire la promozione peer-to-peer dell’app. Ecco alcuni esempi relativi a come la personalizzazione aumenta l’accessibilità:

  • Gli utenti con disabilità cognitive potrebbero dover ridurre il numero di comandi per creare un’interfaccia perfetta per le loro esigenze.
  • Gli utenti con minori capacità di lettura o inserimento rispetto alla media potrebbero scegliere di mappare più azioni o di automatizzare un processo: offrite agli utenti queste opzioni con la possibilità di salvare o automatizzare una “”azione ricorrente””, per trovarla facilmente quando ne hanno bisogno.
  • Gli utenti con difficoltà di apprendimento come la dislessia possono preferire un carattere diverso per i testi. Offrite la possibilità di passare da un tema all’altro o di scegliere un font certificato per una completa accessibilità, come i font Sans Serif (ad esempio Arial, 14pt)
  • Gli utenti con disturbi uditivi che utilizzano didascalie sullo schermo potrebbero dover personalizzare il contrasto sullo sfondo per distinguere il testo fornito.
  • Gli utenti con difetti di visione dei colori possono avere bisogno di simboli accanto ai colori per distinguere tra le diverse informazioni.
  • Gli utenti ipovedenti potrebbero aver bisogno di un contrasto più elevato per distinguere le informazioni in primo piano dallo sfondo.